Estate al Museo Diffuso! – 2018

estate al mudi-2018

Programmazione Estate del Museo Diffuso di Castel San Pietro Romano in sinergia e stretta collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune.

Per l’estate 2018 la programmazione del Museo Civico prevede una serie di appuntamenti da Giugno a Settembre organizzati su impulso dell’assessore Maria Rosicarelli e del consigliere Dario Fiorentini al fine di potenziare ed ampliare l’offerta culturale che il Museo mette a disposizione dei cittadini.

Sempre un’attenzione particolare viene data alla formazione dei più piccoli, con giornate a loro dedicate, che possano aiutarli a conoscere, giocando, il meraviglioso mondo dell’arte. 

Il 3 giugno, in collaborazione con l’associazione culturale “Le Nove Muse” onlus, festa di inizio estate con il laboratorio per bambini e genitori, un’occasione per ritrovarsi e presentare il Campus Estivo. 

Come lo scorso anno il Campus Estivo del Museo si svolgerò dall’11 al 29 giugno, tre settimane di divertimento, incentrate sulla scoperta degli antichi mestieri d’Arte che caratterizzeranno l’intera settimana. 

Il 23 giugno grande iniziativa dei Borghi d’Italia alla quale Castel San Pietro partecipa per la prima volta. La Notte Romantica coinvolgerà l’intero borgo per una sera, avrà per tema la scoperta dei luoghi del cuore che hanno visto protagonisti Adolfo Porry Pastorel, primo fotogiornalista italiano e sindaco di Castel San Pietro Romano, e i più importanti attori del cinema neorealista, da De Sica alla Lollo a Totò, che hanno reso il Borgo set cinematografico per molti anni. 

Il 24 giugno, nella cornice dell’ex chiostro del convento benedettino adiacente la chiesa di San Pietro, inserito nella prestigiosa manifestazione, curata dall’Associazione Culturale “Lupus in Fabula”, il premio di letteratura di viaggio “L’Albatros Città di Palestrina”, l’incontro con il viaggiatore, concittadino di Castel San Pietro Romano, Matteo Ferracci, tornato da qualche mese nel Borgo Natio, dopo un viaggio che lo ha visto protagonista per oltre 10 anni in diversi continenti. 

Il 29 giugno, durante i festeggiamenti per il Santo Patrono, verrà inaugurata la mostra “Castello e le sue donne, vita arti e mestieri nel 900” , un percorso nel tempo alla scoperta della società e delle tradizioni a cavallo tra il XIX e il XX secolo, con un occhio di riguardo alla condizione della donna e al ruolo che questa andava a ricoprire all’interno della società. 

La mostra è realizzata dalla direzione scientifica del Museo Diffuso, con il supporto tecnico e logistico di Pasquale Ricolli ed in collaborazione con la prof.ssa Nicoletta Siciliano per il progetto biennale di Alternanza scuola/lavoro che l’Istituto Eliano Luzzatti ha stipulato con il Museo Diffuso per la classe IV F. 

Il 30 giugno ci sarà l’esibizione del Coro Città del Palestrina, del M° Maurizio Sebastianelli per la XXXV edizione di Palestrina e l’Europa della Fondazione Pierluigi. 

Il 1 luglio dal Conservatorio Licinio Refice di Frosinone, su proposta del sig. Giuseppe Gasperini, vi sarà una serata all’insegna della musica. Alle ore 18.30 presso l’ex chiostro dei benedettini, un Ensamble di Clarinetti guidati dal M° Antonello Timpani eseguiranno musiche di Haendel, Mendelsshon, Mangani, Piazzolla, Morricone.

Il 6 luglio, grazie alla disponibilità del prof. Maurizio Chirri e alla sinergia con il Museo Geopaleontologico di Rocca di Cave una serata all’insegna delle stelle alle ore 21.30 alla Rocca dei Colonna. 

Il 13 luglio, Spettacolo Teatrale “Li Romani in Russia” di David Marsi, monologo tratto dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli: “È la campagna di Russia raccontata da un protagonista. E raccontata con il preciso intento di “lasciare un po’ di verità”, a partire dalla lingua scelta, il dialetto, un dialetto romano colloquiale e schietto, comprensibile ovunque, l’unica lingua capace di raccontare fino in fondo l’immane tragedia di quella vicenda non cercata ma imposta”.

Il 22 luglio, conferenza dal titolo “Gli antichi statuti di Castel San Pietro, note preliminari delle ricerche nell’archivio storico comunale” a cura della direttrice del MuDi, dott.ssa Roberta Iacono.

Il 29 luglio, durante la sedicesima edizione dell’itinerario enogastronomico, visita ad un prezzo ridotto della mostra. 

Il 4 agosto, presso il cortile della Cisterna, la presentazione del libro scritto da Giuseppe BomboiRadici d’Ulivi”:  “un libro magico, acquistato da un contadino analfabeta sul finire dell’Ottocento, sembra essere in grado di influenzare il destino di alcune famiglie di Castel San Pietro Romano, un piccolo ed antico borgo adagiato sulla sommità di un rilievo appenninico.” Giuseppe Bomboi ha pubblicato nel 2010 Vento e Polvere e nel 2015 Terra oltre mare con il quale ha vinto il Terzo Premio Nazionale De Cia per la narrativa.



Lascia un commento