Sentieri e Natura

mudi-naturaSENTIERI E NATURA

 

Parco naturalistico delle Cannucceta

A pochi chilometri dal centro abitato di Castel San Pietro Romano si sviluppa la Valle delle Cannucceta, un’area naturale protetta che si estende per circa 20 ettari, dichiarata Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 1995.
Il parco accoglie una variegata quanto pregevole quantità di specie faunistiche e floristiche che rappresentano specificamente le tipicità del paesaggio collinare e submontano laziale. Di notevole interesse la quercia detta ‘del Palestrina’, un ‘gigante’ che raggiunge i 22 metri di altezza con una circonferenza del tronco pari a 6,23 metri. La tradizione vuole che l’albero sia stato compagno del grande compositore rinascimentale Giovanni Pierluigi da Palestrina, il quale si sarebbe recato proprio all’interno della macchia delle Cannucceta a cercare ispirazione per le sue composizioni e ristoro dalla calura. In virtù di ciò la quercia dovrebbe avere più di 500 anni.

All’interno del parco sono presenti le sorgenti dell’acquedotto romano delle Cannucceta che ha rifornito la città di Praeneste dall’antichità fino agli anni Settanta del secolo scorso. La sua costruzione si data probabilmente al VI secolo a.C., in concomitanza con la realizzazione delle fortificazioni della città in opera poligonale. Il condotto, che raggiunge una lunghezza di 2560 metri, è stato scavato con la tecnica di origine greco-orientale dei due cunicoli contrapposti che si dirigono, a progressione cieca, fino al punto del loro incontro.

cascatevallecannucceta

Cannuccete Valley Natural Monument
Only a few kilometers from the town of Castel San Pietro Romano there is the Cannuccete Valley, a natural protected area vast approx. 20 hectares. It was declared Natural Monument in 1995 by Lazio regional government.
The park is the house of a various and worthy numerous of flora and fauna mixed- species that represent the typical hill landscape of Lazio’s territory. Here it is possible to admire the Palestrina Oak, a giant oak tree that is 22m high and its trunk circumference is 6.23m. According to tradition, the oak tree was a font of inspiration for the Renaissance composer Giovanni Pierluigi da Palestrina, who would wander through the Cannuccete brush in order to find ideas for his poetries and a restoration from the hot weather. On this basis, the oak tree should be more than 500 years old. Inside the park there are the Cannuccete’s Roman aqueduct springs, that used to provide the city of Palestrina with water from the ancient times to the 1970s. Its building is probably dated around 6th Century, the same period the town’s fortifications were built in opus poligonalis. The channel is 2560m long and was dig with the Greek-oriental technique of the two counterposed ducts, which entails the blind construction of two opposite channels until their final meeting point.